Sabato 24 Ago 2019
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Il trucco sposa - Bridal make up

 

Nel corso degli anni mi sono trovata a truccare principesse, figlie di oligarchi russi, modelle, cantanti, imprenditrici e donne ”normali”… ma posso assicurarvi che per tutte, nel giorno delle proprie nozze, l’obiettivo è lo stesso: apparire perfette. Uno scopo che devo ammettere, ogni volta mi entusiasma e eccita come la prima volta. Perché in definitiva si tratta di una vera e propria sempre nuova ed emozionante sfida per qualsiasi truccatore professionista.

 

Il make-up dovrà infatti essere naturale come un trucco giorno, d’effetto come un trucco sera, leggermente più intenso e ombreggiato come un trucco fotografico, preciso e sfumato come un trucco video. Esso dovrà “durare”, ma non si deve sentire, deve essere leggerissimo e ‘portabilissimo’,  valorizzare bellezza naturale e personalitàdella sposa e allo stesso tempo renderla fotogenica ed unica.

Per non lasciare nulla al caso e tranquillizzare la cliente, il mio suggerimento è di effettuare almeno una prova di trucco a domicilio, qualche giorno o anche molto tempo prima dell’evento. In questi casi, io trucco solo metà viso per poi mostrare alla diretta interessata la differenza tra il prima e dopo, coprendo a turno la parte truccata con un foglio bianco. Non tralascio mai di fare degli scatti con la macchina fotografica digitale, per mostrarle l’effetto del make-up in foto, con flash e senza, e garantirmi un promemoria per quando andrò a realizzare il trucco finale. Per evitare perdite di tempo chiedete direttamente alla cliente qual è l’effetto finale che desidera, il trucco che indossa quotidianamente e nelle grandi occasioni e cercate di capire il suo carattere.

Il mio suggerimento è di provare a studiare il più possibile la persona che abbiamo nelle nostre mani. Partendo dallo studio del volto, i suoi punti di forza e quelli da valorizzare, le aree da ombreggiare e da illuminare. Controllare come si modificano le labbra e gli occhi quando sorride o parla. Chiedetele se ha allergie, il tipo di pelle, se ci sono colori a cui è legata e quali saranno i fiori che utilizzerà nel boquet. E’ importante anche sapere se avrà degli accessori nei capelli, come perle, brillantini, fiori o altro. Insomma un terzo grado vero e proprio per arrivare alla soluzione migliore per la nostra sposa, prima ancora di sfiorarne la pelle con un pennello. Se possibile fatevi anche mostrare l’abito, per capirne il tono di colore, o se ha scollature particolari. Chiedete il colore degli abiti delle damigelle. A volte mi sono trovata a dare dei consigli anche sul colore di fiori e abiti, perchè mal si abbinavano tra loro, in una visione globale dell’immagine. L’obiettivo finale è comunque capire chi abbiamo di fronte e come sarà nel ‘gran giorno’. La nostra accurata analisi dei dettagli e seguente soluzione studiata ‘ad hoc’,  saranno di sicuro le chiavi del successo del lavoro finale e la sposa si sentirà rasserenata dalla nostra sicurezza oltre che dal trucco stesso, che influisce non poco sulla felicità della sposa .

Passando alla pratica, preparate la pelle della sposa con creme concordate con lei e adatte, oltre che alle sue esigenze, anche alle condizioni climatiche del giorno. Stendete un leggero velo di fondotinta fluido dello stesso colore della pelle e applicate il correttore solo dove e se serve, per non appesantirla. Fissate tutto con la cipria trasparente e impalpabile, in maniera da garantire la massima tenuta della base. Con una cipria colorata/terra, effettuate ombreggiature ben calibrate per armonizzare i volumi del volto e dare una ‘correzione’ naturale ma allo stesso tempo valorizzatrice dei punti di forza.

Le sopracciglia, già studiate durante le prove e quindi trattate di conseguenza, andranno valorizzate con un punto luce sotto l’arcata sopraccigliare,  questo semplice tocco donerà luminosità all’intero sguardo. Una leggera ombreggiatura (prugna, pesca, mattone, etc.), abbinata al colore di pupille, occhi, capelli, vestito e fiori, donerà agli occhi una sfumatura naturale e ne risalterà il colore. Realizzate in maniera non troppo pesante il punto intensità, all’angolo esterno della palpebra mobile per rendere lo sguardo più intenso a livello fotografico.

L’utilizzo di mascara di tipo waterproof garantirà la tenuta in caso di qualche lacrima di commozione, ed è quindi d’obbligo. Il fard, in tinta con il colore scelto per gli occhi, sarà sfumato alla perfezione per dare un effetto naturale e di salute giovanile. Anche le labbra andranno trattate in modo da sembrare estremamente naturali, correggendone in minima parte il contorno solo se necessario. Molte spose mi chiedono di utilizzare il gloss sopra il rossetto, o addirittura in sostituizione di esso. Io lo sconsiglio innanzitutto per problemi di riflessione della luce in caso di flash, in secondo luogo un gloss ha una durata decisamente breve, rischia di non arrivare alla fine della cerimonia. Non lo vieto per la seconda parte della giornata, come ritocco, in caso di particolare predilezione personale.

Il trucco è finito, non vi resta che guardarla con occhi sinceramente commossi un attimo prima di salutarla e dirle che è bellissima.

Articolo pubblicato su ‘La pelle Beauty’ di gennaio -febbraio 2011  - rivista specializzata in estetica e bellezza distribuita in oltre 25.000 centri estetici italiani.

Se vuoi commentare questo articolo puoi farlo qui nella pagina relativa del mio blog. 

 

english text :

Over the years I have realized make up to princesses, daughters of Russian oligarchs, models, singers, entrepreneurs and women “normal” … but I can assure you that for all, on the day of their wedding, the goal is the same: to look perfect . One goal that I have to admit, every time I am excited and energized as the first time. Because ultimately it is a real always new and exciting challenge for any professional makeup artist.

The make-up will have to be as natural as a makeup day, evening make-up effect as a slightly more intense as a shady trick photography, precise and nuanced as a trick video. It will “last”, but you must feel, must be light and ‘portabilissimo’, enhance natural beauty and personality of the bride and at the same time make it unique and photogenic.

To leave nothing to chance and reassure the customer, my suggestion is to make at leasta trial makeup at home, a few days or even long before the event. In these cases, I make only half the face and then show directly concerned the difference between before and after, covering in turn the party made up with a white sheet. Never omitted to make the shots with digital camera, to show the effect of make-up photos with flash and without, and guarantee me a reminder for when I go to make the final trick. To avoid loss of time ask the customer directly what ‘s the final effect they want, wearing makeup daily and on special occasions and try to understand his character.

My suggestion is to try to learn as much as possible the person we have in our hands.Starting from the study of the face, its strengths and those to be enhanced, and the areas to be shaded from light. Make sure you change how the lips and eyes when she smiles or speaks. Ask her if you have allergies, skin type, if there are those to which it is bound and which will use the flowers in the bouquet. It ‘also important to know if he has the hair accessories such as pearls, rhinestones, flowers and more. In short, a third degree to get to the real solution for our wedding, before you even touch the skin with a brush. If possible also let the show live, to understand the color tone, or if you have special necklines. Ask the color of the bridesmaids’ dresses. Sometimes I found myself giving advice also on the color of flowers and dresses, because ill-matched with each other, in an overall image. The ultimate goal is still to understand who we face and how will the ‘great day’. Our careful analysis of the details and workaround designed ‘ad hoc’, will surely be the keys to the success of the final and the bride will feel calmed by our security as well as the trick itself, which affects not just the happiness of the bride.

Turning to practice, prepare the bride’s skin with creams and agreed with her suit, in addition to its needs, even with the climate of the day. Spread a thin layer of fluid foundation of the same skin color and apply concealer only where and when needed, not to weigh it down. Fix everything with the transparent and impalpable powder, so as to prevent spillage of the base. With a colored powder-earth, well-calibrated shades made to harmonize the volumes of the face and give a ‘correction’ but at the same timeenhance the natural strengths.

The eyebrows have already been studied during the tests and then treated accordingly, will be enhanced with a light under the brow, this light touch will give the whole look.A light shade (plum, peach, brick, etc..) Matched the color of eyes, eyes, hair, dress and flowers, will give the eyes a natural shade and the color will stand out. Made a point not too heavy intensity, outside corner of the upper eyelid to make it look more intense level of photography. The use of waterproof mascara will ensure the type of seal in case of a few tears of emotion, and is therefore a must. The blush, colored with the color of the eyes, will be shaded to perfection to give a natural health and youth. Even the lips should be treated so as to appear very natural, very small part in correcting the boundary only if necessary. Many brides ask me to use the lip gloss over lipstick, or even by replacement of it. I do not recommend it primarily to problems of reflection of light in case of flash, a second gloss has a short right time, could not get to the end of the ceremony. Not forbid this for the second part of the day, such as retouching, in cases of personal preference.

The make up is done, you just need to look at her eyes a moment before he moved sincerely greet her and tell her that is beautiful.